Yahoo Web Search

  1. Storia della Catalogna - Wikipedia

    it.wikipedia.org › wiki › Regno_di_Catalogna

    L'attuale territorio della Catalogna (in catalano Catalunya, in spagnolo Cataluña e in aranese Catalonha) è stato occupato fin dal Medio Paleolitico.I Greci colonizzarono le coste della regione fino a quando, come il resto della penisola iberica, la Catalogna non divenne parte dell'Impero Romano, alla caduta del quale si insediarono i Visigoti.

  2. Bandiera della Catalogna wikipedia - Yahoo-Zoekresultaten

    nl.search.yahoo.com › mobile › s

    28-05-2021 · L'attuale territorio della Catalogna (in catalano Catalunya, in spagnolo Cataluña e in aranese Catalonha) è stato occupato fin dal Medio Paleolitico.I Greci colonizzarono le coste della regione fino a quando, come il resto della penisola iberica, la Catalogna non divenne parte dell'Impero Romano, alla caduta del quale si insediarono i Visigoti.

  3. Catalogna wikipedia - Risultati di Yahoo Italia Search

    it.search.yahoo.com › mobile › s

    Storia della Catalogna Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Bandiera della Catalogna, nota come senyera L'attuale territorio della Catalogna (in catalano Catalunya, in spagnolo Cataluña e in aranese Catalonha) è stato occupato fin dal Medio Paleolitico.

  4. Finale Ligure - Wikipedia

    it.m.wikipedia.org › wiki › Finale_Ligure

    La somiglianza con la bandiera della Catalogna, regione spagnola con la quale Finale ebbe stretti rapporti commerciali, determinò (probabilmente in tempi recenti) il trasferimento allo stemma carrettesco della leggenda per cui le bande rosse sarebbero la traccia insanguinata delle dita di un eroe ferito al termine di una battaglia contro i mori.

  5. Occitania - Wikipedia

    it.wikipedia.org › wiki › Occitania
    • Geografia
    • Etimologia
    • Storia
    • La Croce Occitana
    • USI E Costumi
    • Religioni
    • Lingua
    • Attualità
    • Bibliografia
    • Voci Correlate

    Secondo taluni autori, l'Occitania fu un caso emblematico di nazione-non nazione o di nazione proibita, area esistente come realtà, che va al di là degli Stati legalmente costituiti che il suo territorio attraversa. In particolare, l'area geografica occitana comprende: La mappa storico-geografica dell'Occitania è raffigurata qui a destra. Si tratta, in generale, di tutta la Francia meridionale, che a nord termina nel Croissant, la zona di transizione linguistica con i paesi d'oil, cosiddetta per la particolare forma dei suoi confini linguistici. Le aree storico-geografiche occitane, nello specifico, sono: 1. tutta la regione della Provenza 2. la regione dell'Aquitania, cioè le aree storiche di Périgord e Guienna, eccetto le zone dove si parla basco e saintongeais. 3. gran parte della regione geografica di Midi-Pirenei 4. la regione Linguadoca-Rossiglione, eccetto per la parte orientale, dove si parla soprattutto catalano. La regione nord-occidentale (Fenouillèdes) è invece maggiorme...

    La regione linguistica venne anticamente e grossolanamente riconosciuta nel X secolo come Óucitanìo, in assonanza della parola Aquitania, abbracciando i seguenti territori francesi: 1. l'Aquitania - fu il nome latino dell'omonima provincia romana, ma fu nome utilizzato anche durante l'Alto Medioevo (fino all'XI secolo circa) per indicare anche le zone della Provenza, la Linguadoca, la Guascogna e il Delfinatofrancesi. 2. la Provenza - fu indicato, già nel X secolo, l'insieme dei paesi di lingua d'Oc che, tendenzialmente, stanno a sud della Loira 3. la Guascogna - dopo l'ordinanza di Villers-Cotterêts, fu indicata nell'XI secolo come terra a sinistra della Loira, "dove si parla ancora l'antico provenzale" (Dom Vaissette). Il termine "Occitania" è quindi d'uso nel Basso Medioevo, attestato già nel 1290. Si ritiene fosse già utilizzato dall'amministrazione capetingia, come risultato della combinazione di oc, "sì", e "Aquitania". Il re di Francia Filippo il bello, durante un concistoro...

    Alla fine del XII secolo la Francia non era l'entità statale che è attualmente: numerose regioni appartenevano all'Inghilterra, la Bretagna era un regno autonomo, la Provenza faceva parte del Sacro Romano Impero. Parte delle regioni nelle quali era diffusa la lingua occitana costituiva un insieme di feudi autonomi che per alcuni decenni (fra il XII e il XIII secolo) integrarono, insieme ai territori d'Aragona, uno Stato economicamente prospero e forte, guidato dal re Pietro II di Aragona e appoggiato dalla Santa Sede nella persona di papa Innocenzo III. È importante sottolineare come in queste regioni era diffusa un'eresia cristiana, il catarismo, con una propria organizzazione ecclesiastica, parallela a quella ufficiale romana presente sul territorio. I catari erano ovviamente avversati dalla Santa Sede. Agli inizi del XIII secolo, sovrano d'Aragona era Pietro II, vassallo della Santa Sede e apertamente sostenuto dal papato per aver ripetutamente sconfitto i musulmani nella penisol...

    Nell'879 Bosone V di Vienne o di Arles (844 circa - 11 gennaio 887) è incoronato re di Provenza prendendo il nome di Bosone I di Provenza. Era già stato governatore e conte di Provenza dall'877. Lo stemma dei Bosonidi è la Croce chiamata poi Occitana o di Tolosa. Il capostipite dei Bosonidi fu Bosone, noto come Bosone il Vecchio (800 circa - 855 circa), duca dei Franchi, conte del Vallese, conte di Arles e conte di territori nei dintorni di Biella, nella contea di Vercelli; nella discendenza di Bosone il Vecchio vi furono conti, duchi, abati e vescovi durante tutta l'epoca carolingia. Dei suoi ascendenti non si hanno notizie, anche se alcuni lo indicano come figlio d’un tal Teodebaldo di Borgogna o d'Antibes, detto il Vecchio. Poco prima dell'anno 1000, Guglielmo III detto Tagliaferro, 970 circa - 1037), conte di Tolosa e conte di Nîmes e d'Albi dal 978, sposa, in seconde nozze, Emma, figlia ed ereditiera di Rotboldo III di Provenza, il cui nonno paterno era stato Bosone II, conte d...

    Questa bandiera è utilizzata per rappresentare la lingua e la cultura occitane, o più generalmente come emblema regionale, come in Linguadoca (senza stella). La croce di Tolosa è accompagnata da una stella a sette punte, che rappresenta le regioni storiche dell'Occitania secondo il Félibrige. Nelle Valli occitane italiane e in Calabria, conformemente alla legge 482/99 concernente le minoranze linguistiche, numerosi comuni organizzano una cerimonia al momento della posa della bandiera occitana sugli edifici pubblici. Un testo che spiega i motivi della cerimonia viene letto in occitano e in italiano, poi la bandiera viene alzata al suono di Se chanto. Questa cerimonia si è svolta per la prima volta in Francia, nel villaggio di Baratier, il 19 novembre 2006. Il motivo della croce di Tolosa è utilizzato da alcune comunità territoriali il cui territorio corrisponde in parte a quello dell'antica contea di Tolosa: Midi-Pirenei, Linguadoca-Rossiglione, Alpi dell'Alta Provenza e Alte Alpi(Co...

    Il Cristianesimo ha necessitato di moltissimo tempo per stabilirsi in Guascogna, tuttavia il suo inserimento fu così profondo che si passò da una struttura familiare matriarcale a una struttura di tipo «paternalista flessibile». In seguito, degli alleati cristiani venuti dal nord (i sacerdoti Franchi Salii) furono pregati di espellere gli eretici (Arianesimo) Visigoti di Aquitania. L'Occitania è spesso stata luogo di rifugio e di sviluppo di religioni perseguitate: 1. Catarismo: la lotta contro il catarismo ha rappresentato una svolta nella storia della regione con l'annessione del Languedoc. 2. Chiesa Evangelica Valdese: nel medioevo una colonia si rifugiò nel sud dell'Italia, su queste terre emigrarono dei gruppi di persone di religione valdese venute dalle valli di Chisone, Germanasca, Pellice e Alta Susa (Piemonte). Nelle valli occitane italiane i primi documenti in lingua d'oc furono i testi religiosi valdesi del 1400, oggi conservati in alcune importanti biblioteche. I Valdesi...

    A partire dall'annessione dei territori da parte della Corona di Francia nel XIII secolo, la lingua occitana iniziò un percorso di declino, finché nel 1539 l'editto di Villers-Cotterêtsimpose il francese in tutti gli atti pubblici. Attualmente in Francia l'occitano non ha alcun riconoscimento ufficiale. Nel 1854 nasce il Félibrige, movimento letterario fondato da poeti provenzali per la resurrezione della vecchia lingua. Appartiene a questo movimento Frédéric Mistral, premio Nobel per la letteratura. Nell'Occitania italiana, tutta compresa nel Piemonte, l'unica lingua ufficiale è l'italiano, ma l'occitano è tutelato da un'apposita legge. Nell'Occitania spagnola, comprendente la Val d'Aran, l'occitano è lingua ufficiale insieme al catalanoe allo spagnolo.

    Le comunità occitane, che si rifanno alla storia occitana, sono numerose e molto attive, dal Piemonte alla Catalogna. Come unione di più liste regionaliste locali, nel 1987 viene fondato a Tolosa il Partito Occitanoche si impegna, dal punto di vista politico, a raggiungere un maggior grado di autonomia per l'occitania. Il 30 agosto 2008 (anno internazionale delle lingue, voluto dall'ONU) è partita una lunga marcia che dalle valli occitane piemontesi (Pietraporzio in valle Stura) deve raggiungere Vielha, in Catalogna, per chiedere che la lingua occitana diventi patrimonio dell'umanità. La marcia è di 1700 km e di 70 giorni, ed è stata chiamata Occitània a pè. L'evento è stato organizzato dall'associazione culturale Chambra d'Oc, piemontese, col sostegno degli enti pubblici.

    BALDIT, Joan-Pèire (1982) Occitània, Trad. de Jordi Bolòsi Maria Dolors Duran, La Magrana, Collecció Alliberament, 14 Barcelone
    BEC, Pèire (1977) La llengua occitanaEdicions 62, Collecció a l'Abast, 133 Barcelone.
    LAFONT, Robert (1968) La revolució regionalistaEd. Aportació Catalana, Barcelone.
    LAFONT, Robert (1969) Per una teoria de la nacióEdicions 62, Collecció a l'Abast, 72 Barcelone.
  6. Aragona - Wikipedia

    it.m.wikipedia.org › wiki › Aragona

    L' Aragona (in spagnolo ed aragonese Aragón, in catalano Aragó) è una comunità autonoma del nord-est della Spagna. Ha una superficie di 47 719 km², con una popolazione di 1 328 753 abitanti (2020). Confina a nord con la Francia ( regioni Nuova Aquitania e Occitania ), ad est con la Catalogna, a sud con Valencia, e ad ovest con Castiglia-La ...

  7. Spagna - Wikipedia

    it.m.wikipedia.org › wiki › Spagnole

    Oceanico continentale Oceanico litorale Clima subtropicale Clima alpino Clima steppico Mediterraneo continentale Mediterraneo litorale Tre zone climatiche principali possono essere individuate in Spagna, in base alla posizione geografica e alle condizioni orografiche: Il clima mediterraneo , caratterizzato da estati secche e calde. Secondo la classificazione climatica Köppen , è dominante ...

  8. Transizione spagnola - Wikipedia

    it.wikipedia.org › wiki › Transizione_democratica
    • Contesto
    • Governo Di Arias Navarro
    • Governo Di Adolfo Suárez
    • L'inasprimento Del Terrorismo
    • Le Prime Elezioni
    • Le Elezioni Generali Del 1979 E IL Tentato Golpe
    • Post transizione: La Vittoria Del PSOE
    • Presidenti Del Governo
    • Bibliografia
    • Voci Correlate

    La Rivoluzione portoghese dei garofani

    Il 25 aprile 1974 in Portogallo un'insurrezione militare provoca la caduta della dittatura dell'Estado Novo sorto nel 1933, dando origine ad una repubblica presidenziale democratica. La caduta del regime portoghese suscita una forte inquietudine tra i franchisti, con manifestazioni di massa a favore della rivoluzione. Il 1º maggio 1974, più di un milione di persone marciano per le strade di Lisbona le cui immagini furono viste dal principe Juan Carlos, manifestando una forte inquietudine per...

    La morte del Caudillo

    Dopo l'attentato dell'Eta del 20 dicembre 1973, dove perse la vita il primo ministro e capo del governo, l'ammiraglio Carrero Blanco, e la malattia di Franco, gran parte del potere era nelle mani del franchista Carlos Arias Navarro, nuovo presidente del governo. Cercò di introdurre alcune riforme all'interno del decadente regime, trovandosi a lottare tra le sue due fazioni: gli ortodossi del franchismo e gli aperturisti che promuovevano una transizione verso un regime democratico con elezioni...

    Il ruolo politico del Re Juan Carlos I

    Due giorni dopo la morte di Franco, Don Juan Carlos di Borbone, il 22 novembre 1975, divenne Capo di Stato, proclamato re, in virtù della Legge sulla Successione nel Comando dello Stato. Fino a quel momento, il principe si era mantenuto discretamente in secondo piano, seguendo il modello di Franco. La sparizione del Caudillo, tuttavia, avrebbe permesso a Don Juan Carlos di agevolare, come Re di Spagna, l'introduzione di un sistema politico democratico nel paese. Questo progetto raccoglieva am...

    Lo stesso Carlos Arias Navarro presiedette il primo governo di Don Juan Carlos. Per questa nomina il re si è adattato ai modelli della Legge Organica dello Stato: il Consiglio del Regno propose una lista di candidati affini al franchismo, e, tra questi, il re scelse Arias Navarro. Nel corso dei primi istanti del suo mandato, il re colloca uno dei suoi fedeli collaboratori alla presidenza del Consiglio del Regno e delle Cortes Españolas, Torcuato Fernández-Miranda Hevia, un vecchio franchista che, nonostante questo, condivideva con il monarca la necessità che la Spagna sviluppasse un sistema democratico apportando le sue solide conoscenze giuridiche a questo progetto. Purtroppo, la nomina di Arias Navarro mostrava al popolo che non vi era un reale interesse politico verso grandi trasformazioni politiche. Nonostante ciò, per iniziativa reale e del presidente del Consiglio del Regno, entrarono a far parte del nuovo governo ministri chiaramente riformisti, come Manuel Fraga Iribarne (Mi...

    Torcuato Fernández-Miranda Hevia, presidente del Consiglio del Regno, ottenne che, nella nuova terna di candidati alla presidenza del governo, entrasse lo stesso segretario generale del Movimiento, Adolfo Suárez González, il quale avrebbe dovuto realizzare un'operazione politica estremamente difficile: convincere i politici del sistema franchista insediati nelle Cortes Españolasa smantellare il sistema stesso. In questo modo veniva formalmente rispettata la legalità franchista e si evitava, per quanto possibile, il pericolo di un intervento dell'esercito nel corso del processo di transizione. Fraga e Areilza si autoesclusero dal nuovo governo, mentre la rappresentanza militare non raccolse l'invito di mettersi da parte. Molti dei nuovi ministri appartenevano già ad associazioni politiche protette dalla nuova legge. Il 6 luglio 1976, Adolfo Suárez presentò in televisione un programma politico molto chiaro basato su due punti: 1. Elaborazione di una Legge sulla Riforma Politica, che,...

    In questo periodo, il Paese Basco, fu oggetto di un'attività politica fuori dal comune. Le rivendicazioni di un'amnistia politica, soprattutto la proclamazione della settimana pro-amnistia dall'8 al 15 maggio 1976, durante la quale morirono sette persone a causa della repressione, obbligarono Adolfo Suárez a concederla in diverse tappe, fino all'amnistia totale del maggio 1977. Tuttavia, gli scontri continui tra polizia e manifestanti non aiutavano a rasserenare gli animi. L'ETA, dopo una certa tregua nell'estate del 1976, in ottobre riprese gli attentati. Il 4 ottobre 1976 l'ETA uccide, a San Sebastián, Juan María de Araluce y Villar, consigliere del Regno. Fu soprattutto tra dicembre e gennaio che si scatenò un insieme di azioni violente che condussero il paese in una situazione politica estremamente instabile e rischiosa. Il GRAPO agì, piazzando diverse bombe, ed attraverso il sequestro di due importanti personalità del regime: il Presidente del Consiglio dello Stato, José María...

    Come previsto l'anno precedente, le elezioni generali si tennero il 15 giugno 1977, le prime dal 1936, e diedero la maggiore rappresentanza a quattro partiti politici, uno di ideologia centrista-riformista: UCD 34,4% del primo ministro Suarez, due di sinistra, PSOE 29,3% e PCE 9,4% ed il partito conservatore AP 8,5%. Si distinse il forte consenso locale di partiti nazionalisti, soprattutto in Catalognacon il blocco del PDC e nel paese Basco con il PNV.

    Le elezioni della prima legislatura si svolsero il 1º marzo 1979. Videro la vittoria dell'Unione del Centro Democratico di Adolfo Suárez González, confermato Primo ministro. Il compito ordinario del governo di stabilizzare il partito dal 1979, si espresse con il manifestarsi di tendenze o correnti politiche molto diverse all'interno della coalizione dei partiti dell'UCD. Questo causò degli scontri che deteriorarono l'autorità di Adolfo Suárez e misero in dubbio la sua leadership. Mentre questo avveniva, nella società cresceva la delusione dell'opinione pubblica ispanica per le "promesse mancate" della democrazia: la mancata prosperità economica dell'epoca post-franchista e la crescente conflittualità sociale avrebbero, secondo Javier Cercas, addirittura offerto il clima propizio per il tentativo di colpo di Stato del 1981. La tensione scoppiò a partire dal gennaio 1981 con le dimissioni di Suárez come Presidente del Governo e la sua sostituzione con Calvo Sotelo di fronte alla rifor...

    Con le elezioni generali del 1982, i centristi dell'UCD persero la maggioranza relativa a favore del PSOE, e subirono uno spettacolare crollo di voti, con soli 11 seggi, modificando tutto l'equilibrio politico precedente. Alianza Popular, il partito di centro destra di Manuel Fraga Iribarne passò invece da 9 a 107 seggi e divenne il principale partito d'opposizione. Per la prima volta il PSOE ottenne la maggioranza assoluta dei seggi, partito che nelle due legislature precedenti era stato il principale partito di opposizione e Felipe Gonzálezdivenne presidente del Governo. Gonzales nel XXVIII Congresso del PSOE, del maggio 1979, non volle assumere le tendenze rivoluzionarie che dominavano il partito, per cui si era dimesso. Tuttavia, la convocazione di un congresso straordinario, mesi dopo, gli permise di ricondurre il partito verso una linea più moderata ed assumere di nuovo la carica. Nel corso del 1982, il PSOE confermò la linea moderata con l'avvicinamento al gruppo socialdemocr...

    Botti, A., Adagio C.: Storia della Spagna democratica. Da Franco a Zapatero, Mondadori, 2006.
    Carr, R.: España de la Restauración a la democracia. (1875 - 1980). Ed. Ariel. Barcelona, 1983.
    Carr y Fusi, J.P.: España de la dictadura a la democracia. Barcelona, 1979.
    Cebrián, J.L.: La España que bosteza. Apuntes para una historia crítica de la transición. Ed. Taurus. Madrid, 1980.
  9. Spagna franchista - Wikipedia

    it.wikipedia.org › wiki › Franchismo
    • Storia
    • Forma Di Governo
    • IL Franchismo
    • Voci Correlate

    Governo nazionalista nella guerra civile

    I capi della sollevazione armata furono i generali Francisco Franco, Emilio Mola, Gonzalo Queipo de Llano e José Sanjurjo, noti come i cuatro generales. Sanjurjo fu il leader incontestato del sollevamento militare, ma rimase ucciso tre giorni dopo l'inizio della rivolta in un incidente aereo che molti ritengono provocato da un attentato dinamitardo (20 luglio 1936), mentre si recava in Spagna per prendere il controllo delle forze rivoltose. Franco, al comando delle truppe ammutinate di stanza...

    Gli anni della Seconda guerra mondiale

    Il 27 febbraio 1939 anche Francia e Gran Bretagna riconobbero il governo di Franco.Al termine della guerra civile ebbero luogo le indagini sui crimini di guerra commessi durante il governo repubblicano, e in un processo chiamato Causa General: per questi crimini vennero giustiziati, imprigionati o condannati ai lavori forzati migliaia di repubblicani. Diverse migliaia emigrarono in Francia ed America Latina ma furono in centinaia di migliaia a essere internati nei campi di concentramento e pi...

    L'isolamento

    Dopo la guerra, gli Alleati usarono le simpatie franchiste per Mussolini e Hitler per tenere la Spagna fuori dalle Nazioni Unite. Franco venne visto, in particolare dalle nazioni comuniste, ma anche dal Regno Unito, come un rimasuglio dei regimi fascisti dell'Europa occidentale. In tali circostanze una risoluzione che condannasse il governo di Franco era inevitabile. Essa incoraggiava le nazioni a rimuovere i loro ambasciatori dalla Spagna, e stabilì le basi per misure contro la Spagna se il...

    A seguito della vittoria dei nazionalisti nella guerra civile spagnola, la Falangevenne dichiarato unico partito legale. Lo stato spagnolo non aveva una costituzione, ma l'ordinamento dello stato venne decretato dalle Leyes Fundamentales del Reino. Secondo la seconda delle Leyes Fundamentales, il potere legislativo era detenuto dalle Cortes Españolas, istituite nel 1942. I membri venivano scelti dal capo di stato o dalle corporazioni (su modello della Camera dei Fasci e delle Corporazioniitaliana), mentre dal 1967 una parte fu elettiva. Secondo la quinta delle Leyes Fundamentales, lo stato spagnolo era configurato come un regno, e Francisco Franco era nominato reggente(quindi capo di Stato) a vita, col diritto di nominare il suo successore. Il capo di stato possedeva il potere esecutivo, di veto sulle cortes ed era a capo delle forze armate. Era presente anche un governo, che condivideva il potere esecutivo col capo di stato ed amministrava il regno. Fino all'11 giugno 1973il ruolo...

    Privo di una forte ideologia, Franco inizialmente cercò il sostegno del sindacalismo nazionale (nacionalsindicalismo) e della Chiesa cattolica (nacionalcatolicismo), trasformando il Movimiento Nacionalin un movimento così eterogeneo da non poter esser classificato come un partito vero e proprio, poiché non era dotato di una dottrina né di forze popolari, artistiche o culturali come i fascismi europei. Franco viene spesso definito fascista, ed ebbe certamente un consistente appoggio dei fascisti in Spagna e all'estero, anche se si può definirlo più come un reazionario che non seppe elaborare un'ideologia originale rispetto al comunismo, al socialismo o all'anarchia, ciascuna delle quali presente in Spagna e fortemente sostenuta dall'estero. Il suo regime è stato anche definito conservatore, tradizionalista e di destra e si fondava sui tipici riferimenti della secolare cultura autoritaria spagnola costituiti dalla triade "trono, spada e altare" (vale a dire monarchia, esercito e chies...

    • Bandiera Del Vietnam - Wikipedi
    • Bandiera Del Marocco - Wikipedi
    • Bandier
    • Storia E significato Della Bandiera Del Vietnam - Tuttovietna
    • Bandiere Con Una Stella (Soluzioni Fight List) Soluzioni
    • Modelli E Prezzi Bandiere Stella Shoppydo
    • Bandiera Del Texas - Wikipedi
    • La Bandiera Del Marocco, significato - Sulle Strade Del Mond
    • Bandiera dell'Europa - Wikipedi
    • Bandiera Del Pakistan

    La bandiera dell'Europa raffigura dodici stelle dorate a cinque punte disposte in cerchio su campo blu; le stelle sono orientate con una punta verso l'alto.. Anche se la bandiera viene comunemente associata all'Unione europea, essa venne inizialmente adottata dal Consiglio d'Europa ed è pensata per rappresentare l'intera Europa geografica e non una particolare organizzazione come la stessa. La bandiera è verde con una banda bianca sul lato dellasta. Al centro della parte verde sono presenti luna calante e una stella a cinque punte, entrambe bianche. La sezione verde rappresenta la maggioranza musulmana, mentre quella bianca rappresenta le minoranze non musulmane. La mezzaluna e la stella sono due simboli pre-islamici. Il nome della bandiera in urdu è Parc̱am-e Sitārah o. Siamo sbalorditi nel constatar e - dichiara in una nota CasaPound Italia Terni - come una bandiera con la stella rossa al centro, che ha rappresentato soprattutto in Valnerina terrore per gli.. Una Bandiera con lo s...

    Pubblicato anche su ytali.com del 1 ottobre 2017. La bandiera dell'indipendenza catalana, quella raffigurata qui sopra - un rettangolo con quattro strisce rosse alternate a cinque strisce gialle, l...
    Bandiera Durata Uso Descrizione 1958-1959: Bandiera del Senegal francese: Un campo verde caricato con una stella gialla al centro. 1959-1960: Bandiera della Federazione del Mali all'interno della C...
    Questa bandiera della Repubblica Democratica del Congo, non più in uso dal 2006, trae spunto da quella dell'esploratore Stanley (1877). Il fondo è azzurro con una stella gialla al centro della band...
    La bandiera di Israele fu adottata il 28 ottobre del 1948 da quello che il Consiglio di Stato provvisorio dello Stato di Israele, nato da appena cinque mesi.. La bandiera di Israele riprende il dis...
    la bandiera dell'Angola (teoricamente dismessa nel 2003) è ritratta con una banda rossa in alto, una banda nera in basso, uno stemma giallo al centro con una ruota dentata, incrociata con un machet...
    Molise - la bandiera del Molise è blu e al centro presenta lo stemma della Regione: uno scudo rosso con una stella d'argento che rappresenta le origini della famosa Contea del Molise nel lontano 16...
    Le bandiere sono nate sui campi di battaglia, Il disco blu al centro rappresenta la pace, e la stella a 5 punte unità e uguaglianza degli etiopi
    Un'altra proposta era quella del Movimento Federalista Europeo che presentò una bandiera con una grande E verde su uno sfondo bianco; a non convincere fu anche il disegno di Carl Weidi-Raymon che a...
    La bandiera è un pannello rettangolare con una larghezza pari a metà della lunghezza. È coperto con strisce orizzontali uguali. Il fondo è rosso, nel mezzo - giallo e in alto - verde. Al centro è l...
    Sono così affezionato a quella bandiera che pensare ad un Italia con una bandiera diversa mi risulta inconcepibile, pertanto manterrei i tre colori, ma magari ci aggiungerei qualcosa, tipo il simbo...
    Come la maggior parte dei Paesi che hanno raggiunto l'indipendenza con un governo comunista, la bandiera del Vietnam ha al centro una stella a 5 punti (come pure, abbiamo visto, l'Angola). Le cinqu...
    il Bandiera dell'Algeria È uno dei simboli patriottici della Repubblica Democratica e Popolare d'Algeria, che lo rappresenta e lo differenzia dagli altri stati. Consiste in un rettangolo diviso a m...
    La bandiera del Marocco è una bandiera rossa con una stella verde al centro. La stella indica la saggezza, la pace, la salute e la vita.. Il verde è il colore dell' Islam, la religione ufficiale de...
    Bandiera della Turchia: storia ed origini. Chiamata Ay Yéldez (che significa stella di luna) o Alsancak (bandiera rossa), la bandiera della Turchia raffigura una luna crescente bianca ed una stella...
    STORIA BANDIERA. La bandiera del Vietnam è stata adottata il 5 settembre 1945.Si tratta di una bandiera rossa con al centro una grossa stella gialla a cinque punte, che simboleggia la leadership de...
    L'8 dicembre 1955 il Consiglio d'Europa approva definitivamente l'adozione della Bandiera dell'Europa, che sarà poi adottata dalla CEE nel 1985 e quindi dalla futura Unione Europea. La scelta della...

    Esegui il download di questa immagine stock: . Inglese: un cerchio di dieci stelle appare in questa bandiera, elaborato da una A sovrapposto al centro e undicesima stella. Presumibilmente, la stella al di fuori del cerchio rappresenta il Missouri, ammesso in agosto, 1861 dal Congresso provvisorio. La bandiera è stata presentata per l'unità sollevata in Jacksonport da William Patterson nell. La bandiera del Mississippi nel suo attuale disegno è stata adottata a seguito di un processo di cambiamento che è culminato nel referendum del 3 novembre 2020.. Essa presenta un campo centrale blu, con due bande laterali rosse, separate dal campo centrale da due sottili strisce dorate. Al centro si trova un fiore di magnolia, circondato da un arco di venti stelle a cinque punte bianche che. La bandiera del Governatore. La bandiera della California è costituita da uno sfondo bianco con una banda rossa in basso, con al centro un orso grigio rappresentante la forza, che si volta verso una stella ro...

    Le bandiere del centro America. Esistono delle bandiere che in gergo vengono definite come di Comodo, è il caso di quella panamense. Vediamo prima però come e di cosa si compone questo particolare stendardo, la bandiera di Panama ha gli stessi colori di quella statunitense ed in certo senso richiama anche gli ideali a cui si ispira, infatti il rosso (liberali) e il blu (conservatori. Il Commonwealth Star è al centro della scena nella bandiera nazionale australiana. Questa stella a sette punte incarna i sei stati fondatori oltre ai territori australiani. Questa stella del Commonwealth si trova sotto l'Union Jack, che si trova nell'angolo in alto a sinistra della bandiera e rappresenta la storia degli insediamenti britannici in Australia L'Asta della Bandiera compare alla fine di ogni livello normale di Super Mario Bros., Super Mario Bros.: The Lost Levels, New Super Mario Bros., New Super Mario Bros. Wii, New Super Mario Bros. 2 e di New Super Mario Bros. U. È disponibile in molti co...

    L'unica modifica apportata fu la sostituzione della figura stilizzata umana nera (kanaga, vedi bandiera del Mali), che allora appariva al centro della bandiera del Mali, con una stella verde a cinque punte, a rappresentare l'apertura del paese ai cinque continenti 3 di 24. Belize. Mentre la maggior parte bandiere nazionali contiene una quantità moderata di simboli e figure, la progettazione della bandiera nazionale del Belize è molto complessa. Il centro. La bandiera cubana è di forma rettangolare, lunga il doppio della larghezza. Consta di un triangolo equilatero rosso - con una stella bianca al centro - che fa da corona a cinque strisce orizzontali, tre azzurro turchino e due bianche, alternate. Una delle cinque punte della stella indica qual è il bordo superiore della bandiera La bandiera della California è costituita da uno sfondo bianco con una banda rossa in basso, con al centro un orso grigio rappresentante la forza, che si volta verso una stella rossa a cinque punte in alto...

    La stella centrale, circondata da un disco rosso, è San Giorgio, la capitale di Grenada. Il simbolo al centro della bandiera è formato da una ruota dentata (l'industria). Quella bandiera mostrava un esagramma giallo su sfondo rosso, con una stella posta al centro dell'esagramma. Come simbolo del giudaismo e della comunità ebraica La bandiera proposta da Herzl, come abbozzata nei suoi diari La Bandiera della Marina, concessa con Regio Decreto del 1939 e ricomposta nel dopoguerra come Bandiera della Marina Militare, è costituita dal tricolore italiano caricato, al centro della banda bianca, dell'emblema araldico rappresentante in quattro parti gli stemmi delle quattro Repubbliche Marinare - Venezia, Genova, Pisa, Amalfi - che fecero grande l'Italia sul mare Oltre a questo, sulla bandiera della Mongolia troviamo il Soyombo, simbolo del Paese, che contiene il fuoco, il sole, la terra e l'acqua con, al centro, lo Yin-Yang a rappresentare l'equilibrio. La stella rossa è posto al centro de...

    Di che Stato è la bandiera tutta azzurra con al centro una stella bianca la sua bandiera ha una stella: somalia: lo stato dalla bandiera azzurra con stella bianca: mezzaluna: sulla bandiera turca e raffigurata con una stella: argentina: la sua bandiera e biancazzurra col sole al centro: ava: la gardner stella del cinema: bianca: la bandiera che sventola sul ponte di battiato la bandiera di chi si arrende: bicipit La bandiera del Suriname è composta da cinque bande orizzontali in verde-bianco-rosso-bianco-verde. Al centro della banda rossa è presente una grossa stella gialla a cinque punte. Fu adottata il 25 novembre 1975 , in seguito all'indipendenza La bandiera del Marocco è una bandiera rossa con una stella (pentagramma) verde al centro. La stella indica la saggezza, la pace, la salute e la vita. Il verde è il colore dell'Islam, la religione ufficiale del paese. Le cinque punte della stella indicano i cinque Pilastri dell'Islam. Inizialmente e fino al 1915, la bandiera era ornata...

  10. People also search for